domenica 24 dicembre 2017

Recensione "Canto di Natale".


Ciao a tutti lettori!
Questa mattina ho fatto colazione al bar con mia mamma e mia sorella, una brioches al cioccolato e un tè caldo per incominciare la Vigilia di Natale nei migliori dei modi. 
Io e la mia famiglia non abbiamo delle tradizioni specifiche legate a queste giornate, ma trascorriamo molto tempo insieme. Aprofittiamo di questa festività per recuperare quei momenti in cui durante l'anno non possiamo riunirci a causa dei vari impegni personali. 

Prima di immergermi nella scrittura dell'ultimo libro da me terminato, volevo spendere due righe per augurarvi un sereno e felice Natale a voi, che ora mi state leggendo, e ai vostri cari, con l'auspicio che siano giornate cariche di amore e pace. 

Titolo: Canto di Natale
Autore: Charles Dickens
Prezzo: 7,90 €
Pagine: 144
Editore: Giunti Junior
Voto: 5/5 🌸


Trama:
Ebenezer Scrooge, é un ricco finanziere della Londra del 1843.
Egoista ed avaro, conduce la propria esistenza in solitudine, dedicandola interamente al lavoro. Un uomo dall'animo crudele e dal cuore arido, che definisce il Natale come una giornata festiva inutile, una mera scusante praticata per esentarsi dai propri doveri.
Ideale che verrà scosso dall'avvento di vari fantasmi, ognuno portatore di un messaggio diretto alla sua coscienza.


Recensione:
Fin da piccola ho adorato questa storia, seppur in versione filmica. Nel corso della mia vita ho guardato differenti trasposizioni, ma quest'anno la mia curiosità ha preso il sopravvento e ho recuperato il libro.
Charles Dickens è un autore rinomato, superbo nella scrittura e accattivante nella prosa.
Un testo semplice, redatto sotto forma di una favola, adatta anche alla lettura dei più piccoli, il cui messaggio didascalico è fonte di riflessioni sotto varie prospettive: il saper equilibrare il lavoro con gli affetti della famiglia, donare e condividere le proprie ricchezze, il potere del Natale che emana bontà nei cuori dei più avari.
"Canto di Natale" é molto più di un libro, è la narrazione di una vita consumata dagli errori e dalla cattiveria, nella quale ogni lettore può scorgere le proprie mancanze e apprendere le arti per migliorare il proprio spirito. Il viaggio interiore che Scrooge è costretto a percorrere conduce lo spettatore a integrarsi nelle pagine, ad osservare le scene per comprendere qualcosa che va oltre il mero scritto, perché attraversa il nostro corpo per giungere direttamente ai nostri cuori.
Un volume che é perfettamente paragonabile al calore promanato da un camino, dove poter trovare riparo e conforto dal freddo e dal gelo. Per questo particolare, consiglio questa lettura per percepire il vero significato del termine "amore" in tutte le sue sfaccettature. 

10 commenti:

  1. Ciao Diletta, buon Natale! Bellissimo il libro, anch'io ho conosciuto per la prima volta con i cartoni animati, quello in cui Scrooge è Paperon de' Paperoni ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ariel! Buon Natale a te! Anche io vidi la prima trasposizione con Paperon de'Paperoni:)

      Elimina
  2. Ho amato questo libro che è diventato per me un vero classico immancabile di Natale.
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un libro magico in tutti i sensi! Un abbraccio grande♡

      Elimina
  3. Che bella recensione! Complimenti! Molto sentita davvero! :)
    Hai conquistato una nuova lettrice! ^^

    RispondiElimina
  4. Ciao, tantissimi auguri!
    sono una tua nuova follower se ti va puoi ricambiare sul mio blog :)
    https://amoriemeraviglie.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, tantissimi auguri a te!
      Grazie mille per seguirmi! Vado subito a rimediare anche io :)

      Elimina
  5. Ciao! Io credo di non aver mai visto il film.. Devo recuperare questa pecca 😄

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! :)
      Sono tante le trasposizioni, ma ti consiglio di vedere la versione a cartone animato con Jim Carrey!

      Elimina